VargasGran bello spettacolo allo "Stadio Friuli" di Udine dove sono state protagoniste le due squadre  Udinese e Fiorentina che hanno disputato una gara ricca di occasioni e di bel gioco su un campo di gioco in ottimo stato che ha retto davvero bene la pioggia incessante caduta per tutta la durata della  partita.

Una gara equilibrata tra due squadre veloci e tecniche, insomma lo spettacolo si è visto eccome.

 

Una Fiorentina meno statica rispetto alla partita con il Cagliari, ma comunque molto lontana dallo standard di gioco a cui siamo abituati; in più di un'occasione la squadra ha attaccato bene mettendo in difficoltà un'ottima Udinese che, a suon di ripartenze molto pericolose, ci ha fatto soffrire in più di un'occasione con un ispiratissimo A.Pereyra che ha fatto una gran bella gara.
Il neo acquisto Diakite' ha impressionato tutti per la sicurezza che ha avuto nel gestire il reparto e la tranquillità nel giocare la palla, fisicamente sta bene ed è un buon valore aggiunto per Mister Montella. Non sembrava affatto la sua prima partita in maglia viola.
Poi, nel momento in cui la Fiorentina avrebbe dovuto giocare da grande squadra e dare quel qualcosa in più per chiudere la gara, quando si stava giocando un ritmo blando, si è fatta sorprendere.
Montella aveva già intuito tutto sull 1-1 nel togliere Joaquin (autore di una grande prova), per dare spazio a Cuadrado proprio per dare più vivacità e profondità alla manovra viola, ha inserito Anderson per dare anche più qualita ma tutto ciò non è bastato.
Una Fiorentina che comunque ha provato in tutti i modi a fare il risultato. Se poi però si concedono ingenuamente 2/3 metri ad uno come Muriel non bisogna lamentarsi se si subisce gol...

Una prova che si avvicina alla sufficienza, merito anche di una grande Udinese, compatta nel difendersi, veloce nelle ripartenze e molto ben organizzata con qualche errorino ma che comunque è riuscita a strappare un risultato importante.

Ripartiamo da questa discreta prova per vincere contro un'Atalanta affamata di punti, senza se e senza ma, avremo la squadra quasi al completo (Mario Gomez si è cominciato a riallenare con il gruppo) quindi non ci sono alibi, bisogna fare punti con queste squadre se si vuole arrivare nell'Europa che conta!

Sono ottimista e sono sicuro che sabato ci divertiremo e riprenderemo lo slancio che avevamo fino ad un mese fa.

Mattia La Macchia

 

Condividi
Joomla Templates by Joomla51.com