MisterLa partita di ieri con il Genoa è stata durissima e il punto, alla fine, è un buon punto. Intendiamoci non è che mi sia divertito, ma nelle condizioni in cui siamo non è andata male e con un paio di accelerazioni nel finale potevamo anche passare. Il Genoa ci è stato sempre addosso e noi non siamo riusciti a fare il nostro gioco. La squadra è evidentemente sottotono e con lei anche alcuni giocatori decisivi come Kalinic, Valero ed anche Vecino e Ilicic.

A parere di chi scrive anche l'assenza di Badelj comincia a farsi sentire.Probabilmente il gruppo accusa una certa stanchezza forse più psicologica che strettamente fisica, forse anche dovuta allo stato di tensione che in questo mese di mercato (aboliamolo!) si è creata un po' in tutto l'ambiente.Una flessione compatibile con un campionato lungo e duro come quello italiano.Credo che sia importante tenere duro a qualunque costo, in quanto siamo ancora perfettamente in corsa per la Champions League e perché credo che realisticamente oggi dobbiamo guardare a chi sta dietro di noi piuttosto a chi sta davanti.Stringere i denti, recuperare forma e tranquillità senza perdere troppi punti e poi ricominciare a fare il nostro bel gioco arioso, fatto di pressing alto velocità e possesso palla e le vittorie possono tornare. Grazie al cielo il mercato di gennaio finisce oggi. Poi ognuno potrà finalmente trarre le proprie conclusioni.

Vediamo se chi sarà arrivato si dimostrerà utile alla causa e poi magari come tifosi potremo dare una valutazione di come ha operato la società e i suoi dirigenti. Fiducia e ottimismo. È tutto gratis!

Gianluca Marini

Condividi
Joomla Templates by Joomla51.com